Archivi tag: Model Grant Agreement

Il Model Grant Agreement di Horizon Europe. La Commissione europea adotta il “Corporate MGA”

Di Irene Creta, NCP Legal and Financial Horizon 2020

In data 12 giugno 2020, attraverso la Decisione C(2020) 3759 final, la Direzione Generale Budget (DG BUDG) della Commissione europea ha adottato il Model Grant Agreement (MGA) di Horizon Europe, che sarà utilizzato a partire dal 2021.

Il nuovo MGA è stato redatto nell’ottica della semplificazione nonché dell’armonizzazione delle regole e dei processi nel contesto europeo. Infatti, il nuovo modello contrattuale troverà applicazione in tutti i programmi europei a gestione diretta (non solo in Horizon Europe) finanziati nell’ambito del Quadro Finanziario Pluriennale (QFP), prendendo così il nome di “Corporate Model Grant Agreement”, proprio in virtù dell’ampio utilizzo.

Pertanto, a sei mesi dall’avvio del nuovo Programma Quadro, le clausole che regolamenteranno l’implementazione dei progetti sono state definite. Ritroveremo continuità con Horizon 2020 ma anche notevoli cambiamenti, soprattutto con riferimento a specifici temi (es. costo del personale), sui quali torneremo a breve con approfondimenti dedicati. L’approccio adottato dalla Commissione ha consentito di salvaguardare tutto ciò che finora ha funzionato in maniera efficiente, andando però a perfezionare o a rinnovare gli elementi i che invece complicavano o appesantivano il sistema.

Ad ogni modo, trattandosi di un modello “corporate”, gli articoli che ritroviamo nel nuovo MGA non disciplinano tutti le componenti implementative di Horizon Europe, ma esclusivamente gli aspetti finanziari comuni a tutti i programmi nei quali troverà applicazione. Infatti, gli elementi caratterizzanti ciascuno di essi saranno definiti in un documento allegato al Corporate MGA (Annex) e che, per quanto riguarda Horizon Europe, è attualmente in fase di definizione (i principali contenuti saranno IPR; etica; Open Access;…)

Nello specifico il MGA di Horizon Europe sarà strutturato nella seguente maniera:

Corporate MGA (Core part)

Annex (Special rules)

Options at:

  • Programme-level
  • Call-level
  • Grant-level

Programme-specifics rules(for Horizon Europe):

  • IPR
  • Open Aceess
  • Research Integrity
  • Researchers working conditions
  • etc…

Al presente link è possibile consultare il testo del “Corporate MGA” adottato dalla Commissione.

Prossime tappe:

  • La DG RTD sta lavorando alle disposizioni specifiche di Horizon Europe che saranno contenute o nel Corporate MGA (come opzione applicabile al Programma) oppure nell’Annex.
  • Adozione dell’Annotated Corporate Model Grant Agreement

La strategia di implementazione di HEU: cosa ci attende nel prossimo programma quadro?

Di Irene Creta, NCP Legal and Financial Horizon 2020

In attesa della completa definizione del percorso legislativo del nono Programma Quadro, la Commissione, congiuntamente con gli Stati membri, sta lavorando a ritmi serrati sugli aspetti di implementazione e sugli atti di esecuzione volti a preparare i futuri programmi di lavoro.

Infatti, a distanza di nove mesi dal raggiungimento dell’accordo istituzionale, e quindi dalla definizione del testo consolidato di Horizon Europe (da cui però sono rimasti esclusi tre elementi essenziali: il bilancio complessivo del programma e la sua articolazione interna; le norme sull’associazione dei paesi terzi; le sinergie con gli altri programmi settoriali), iniziano a definirsi alcuni elementi di un altro capitolo importante del nuovo Programma: la strategia di implementazione.

Con il termine “implementation strategy” la Commissione europea intende definire tutti gli aspetti strettamente gestionali relativi a tutto il ciclo di vita del progetto («will set out how the programme will be managed in practice»).
Quindi la determinazione delle regole e dei processi implementativi, nonché di misure di semplificazione, affinché Horizon Europe possa raggiungere gli obiettivi e l’impatto previsti nella maniera più semplice ed efficace possibile. Ulteriormente si andranno ad individuare le modalità attraverso cui le priorità stabilite nel Programma Strategico potranno tradursi all’interno dei programmi di lavoro. In sintesi, trattasi principalmente delle seguenti componenti: elementi trasversali dei programmi di lavoro, presentazione e valutazione della proposta, Model Grant Agreement, disseminazione e sfruttamento dei risultati progettuali, raccolta e trattamenti dei dati, digitalizzazione.

I lavori, avviati dalla Commissione ad inizio 2019, dovrebbero condurre verso i primi risultati concreti nel primo quadrimestre del 2020. Molti soggetti sono stati sinora coinvolti nel dibattito. Innanzitutto, attraverso la fase di co-creazione lanciata la scorsa estate, l’esecutivo europeo ha interagito con gli stakeholders a fronte della pubblicazione del documento di orientamento, ottenendo dei feedback sulla strategia presentata ed ulteriori input. Tutto ciò è stato raccolto all’interno di un report, pubblicato lo scorso novembre, che dovrebbe rappresentare in tale fase un supporto essenziale per la preparazione della strategia di implementazione.

Continua a leggere su APREmagazione N. 12